domenica 12 febbraio 2012

Poesie

Cliente: "Ciao, sto cercando un libro di poesie"
Io: "Certo, ti faccio vedere il settore"
Cliente: "Sto cercando le poesie di un'autrice in particolare... non mi ricordo il nome, però è famosa"
Io: "Eh non saprei... Non sai dirmi qualcosa in più?"
Cliente: "Sì, sono le poesie che legge la mattina Fabio Volo alla radio"
[rumore delle mie braccia che cadono]
Io: "Purtroppo non seguo quel programma, mi spiace"
Cliente: "Ma sì dai, è famosa, è morta da poco, ha vinto pure il Nobel"
Io: "Ah certo... Wislawa Szymborska"

Povera donna... Una vita intera dedicata alla poesia per essere ricordata come "la tipa delle poesie che legge Fabio Volo alla radio". In che mondo triste viviamo.

13 commenti:

  1. ... Effettivamente fa un po' tristezza...

    RispondiElimina
  2. A me per niente. Voglio dire, mica è Dante Alighieri questa poetessa. Ci sta che qualcuno possa non conoscerla (io, per esempio), e ben venga se Fabio Volo (che qualcuno prende in considerazione anche come scrittore), come buon conduttore radiofonico (che è il suo mestiere) può veicolarne la conoscenza anche fra chi non fa parte dei salotti buoni.

    Isa

    RispondiElimina
  3. Vediamola dal lato positivo.
    Grazie a Fabio Volo le poesie di Wislawa Szymborska hanno conquistato una nuova lettrice.

    RispondiElimina
  4. Vediamola positiva, dai, evviva la democratizzazione della cultura ^^ Alla fine lui ha anche comprato il libro!

    RispondiElimina
  5. beh alla fine avete ragione... evidentemente sono io che sono irrimediabilmente snob :P

    RispondiElimina
  6. Sarebbe da proporre un esperimento: far leggere a Fabio Volo, o a qualche altro noto personaggio mediatico, dei brani tratti da autori molto diversi tra loro, da Pasolini a Hitler, e poi registrare l'andamento delle vendite delle opere consigliate ... se trovassimo di colpo il 'Mein Kampf' in testa alle classifiche di vendita, a meno che in quel periodo non si svolga una convention nazi-fascista forse sarebbe il caso di porsi delle domande su quanto sia realmente efficace questa presunta 'promozione della lettura' da parte di testimonial popolari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già... ma il Mein Kampf in testa alle classifiche sarebbe davvero inquietante!

      Elimina
  7. Eh già!

    Sono inciampata per caso sul tuo blog, è interessante, complimenti.

    saluti
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cristina, benvenuta! e grazie :)

      Elimina
  8. La cosa inquietante per me è che magari lo metterebbero insieme ai libri di aiuto motivazionale ("con un po' di grinta e autostima puoi fare qualunque cosa! Ora alzati, esci di casa, e corri a invadere il tuo vicino! Consiglio: scegliti prima una minoranza di riferimento su cui riversare i sentimenti negativi e gli eventuali malumori che il tuo nuovo potere decisionale potrebbe suscitare") - in ogni caso la testa della classifica se la scorderebbe: nemmeno il III. Reich può sconfiggere la regina Parodi con i suoi supplì!

    RispondiElimina
  9. Siamo ridotti così!
    ...per i bambini dicevano meglio leggere Geronimo Stilton piuttosto che niente...per gli adulti direi meglio niente :)

    RispondiElimina
  10. Siamo ridotti così!

    per i bambini dicevano piuttosto che non leggere, meglio Geronimo Stilton...per gli adulti direi meglio niente :)

    RispondiElimina
  11. ahahahahaha sto male dal ridere.......................

    RispondiElimina

Vacanze

Ragazzo adolescente, molto gentile ed educato, accompagnato dal padre. Cliente: "Salve, ho ordinato un libro, vorrei sapere se è arri...