lunedì 1 ottobre 2012

Il finale

Cliente: "Mi scusi, avete Cinquanta sfumature di rosso?"
Io: "Certo signora, è lì insieme agli altri due della serie"
[nota: per i pochi che ancora non lo sapessero, si tratta della vendutissima trilogia "erotica" della timida studentessa sottomessa dall'aitante miliardario... I primi due libri sono Cinquanta sfumature di grigio e Cinquanta sfumature di nero, evviva la fantasia nei titoli]

La signora prende il libro, lo sfoglia velocemente fino alla fine, legge l'ultima pagina e poi lo rimette a posto.

Cliente: "Sa, ho letto il primo perché me l'hanno regalato, è talmente brutto che non avevo voglia di leggere anche gli altri, ma ero curiosa di sapere come andava a finire. Beh, fa schifo anche il finale. Grazie, arrivederci!"

Beh, che dire... almeno è stata onesta!!

20 commenti:

  1. bwhahahahahahha!!! ma daiii!! :DDDD

    RispondiElimina
  2. Ahahaha,Bebe ma i pazzi tutti a te capitano..comunque la signora ha fatto bene, anch'io mi sono rifiutata di comprare quei libri, se ne parla da troppo tempo, e se tutti ne parlano al 90% sono ciofeche....^__^

    RispondiElimina
  3. L'onestà è sempre una bella cosa. In ogni caso quel libro (che non ho letto) dev'essere brutto forte XD
    Tra l'altro mi sono sempre chiesta quali siano le sfumature di nero. Per me il nero è #000000, tutto il resto è grigio. Ci sono due colori/non colori che non hanno sfumature per definizione: il bianco e il nero XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma infatti :D e, per amor di precisione, il titolo originale è Fifty Shades of Darker... come al solito nelle traduzioni italiane fanno casino!

      Elimina
  4. Un'altra che confonde le librerie con le biblioteche, mi sa ... comunque al di là dell'infima qualità letteraria della saga in questione, tra l'altro costruita in base a un marketing mirato, non ci sarebbe nulla di male se invece di volerla a tutti i costi elevare a fenomeno di costume la si lasciasse al suo vero posto, ovvero tra i derivati da Harmony & Co. ... a parte il coté pruriginoso, che un minimo attira sempre, per il resto si tratta di romanzetti d'amore e nulla più. Per utilizzarli come 'stimolanti' nel ménage di coppia bisogna essere un po' alla frutta, o posssedere una fantasia ormai omologata sugli stereotipi più vieti e televisivi in cui la donna per sentirsi bella e desiderabile deve truccarsi e bardarsi da sciantosa e fare l'odalisca a beneficio del maschio ululante (tipo Mastroianni con la Loren, o Berlusconi con Ruby). Ciò che mi lascia perplesso e preoccupato è che a stereotipizzare il desiderio femminile (indirizzandolo verso una subordinazione di fatto furbescamente spacciata per 'complicità') siano sempre più autrici donne ... mah?

    RispondiElimina
  5. Mi sono letta i riassunti su Wikipedia e ho risolto, evitandomi le pallose scene d'amore (?!!?!?)

    RispondiElimina
  6. ...e per risollevarmi il morale ho guardato i riassunti su Nonciclopedia.

    RispondiElimina
  7. A me è piaciuto. E il finale è la parte migliore del libro, sicché....
    Robi

    RispondiElimina
  8. il finale me lo sono fatta raccontare da una collega che ha letto la trilogia, ma se non avessi trovato altro modo, anche io avrei fatto come quella signora! XD
    comunque... è orrendo ù_ù
    sono felice di aver letto solo il primo (e già quello m'è costato un bello sforzo)

    RispondiElimina
  9. Io ho letto 10 pagine del primo libro perché ce l'aveva una mia collega...mi son bastate per capirne la scarsezza...preferisco spendere soldi per altro...

    RispondiElimina
  10. Boh, confesso di non aver letto nulla e manco ho avuto (ho) la tentazione di leggerli sti tre libri, mi pare soprattutto una colossale e ben riuscita operazione pubblicitaria (da profano, visto il clamore ho pensato che l'autrice potrebbe anche non essere quell'insospettabile casalinga che ci ha messo faccia e ruolo ... ma poi magari sbaglio).
    Detto questo, mi immedesimo in questa singolare signora che mi pare un tantino confusa:
    Ma come ?
    Legge il primo, non gli piace, ma deve vedere comunque come va a finire la storia ?
    Dicono che la curiosità è femmina ...
    ... però la coerenza dovrebbe essere bisex ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma daiiiiii.... ahahah!
      *nuovo post da me, se ti va lascia un commentino =)

      Elimina

Vacanze

Ragazzo adolescente, molto gentile ed educato, accompagnato dal padre. Cliente: "Salve, ho ordinato un libro, vorrei sapere se è arri...